I cinque movimenti della filosofia taoista: il Fuoco


Il ciclo dei cinque movimenti (o elementi, o logge) nella filosofia taoista associa un movimento ad ogni stagione. L’estate è energia Fuoco.

L’energia Fuoco nel ciclo dei cinque movimenti è quella che corrisponde al massimo dello Yang, quindi di fase espansiva dell’energia, e deve essere continuamente alimentato dalla periferia (per questo ogni tanto c’è bisogno di un po’ di energia Acqua a controllarlo, altrimenti sarebbe sempre esplosivo!) È energia viva, attiva e dinamica, e si manifesta con calore, allegria, gioia, capacità di socializzare e generosità.

Un buon esempio per capire l’energia Fuoco è guardare un artista quando si esibisce sul palco.

Lui è fuoco. Guardalo: arde 🙂 (e lo fa ancora adesso, dopo più di trent’anni)

Fuoco È vitalità, pienezza, potenza.

L’estate è Fuoco

i campi di grano che risplendono sotto il sole, il caldo bruciante del sole di mezzogiorno, la gioia del raccolto.

Nella vita degli uomini e delle donne c’è un’età Fuoco

È quella in cui si comincia a mettere in atto le cose per cui si è studiato e sognato, le cose sperimentate durante l’infanzia e l’adolescenza e che sono importanti per noi: è il momento in cui si lavora sodo con un fine: la prima età adulta (e sì: mi sa che ci sono pienamente dentro 🙂 )

Il Fuoco è l’unica loggia a cui appartengono quattro meridiani: Cuore, Intestino Tenue, Mastro del Cuore e Triplice Focolare.

Cuore è considerato il centro dei sentimenti e della conoscenza: l’imperatore.
Mastro del Cuore è il suo protettore (il Primo Ministro): gli fa da filtro sia verso l’interno, lasciando che solo le cose realmente importanti passino per arrivare all’imperatore, sia verso l’esterno, portando i suoi ordini a chi deve eseguirli.
Intestino Tenue è deputato all’assimilazione dei nutrimenti, sia che si parli di cibi che di pensieri e idee (sai quando si dice “far propria un’idea”? Ecco, quella è la funzione del meridiano di Intestino Tenue).
Triplice Focolare è un coordinatore: regola i meccanismi di difesa sia fisici che emotivi e coordina le funzioni che ci mantengono in vita, quindi respirazione, circolazione, digestione, escrezione e attività sessuale.

Cosa puoi fare per curare la tua energia fuoco?

Il falò estivo della Festa del Fuoco
Il Fuoco va costantemente alimentato, e il nutrimento può venire dalla coscienza di sè, dalla meditazione e dalla corretta alimentazione.
Se il sentimento di Fuoco è l’allegria, e più in generale l’espressione delle emozioni, è importante fare cose che fanno stare bene e lasciar correre i sentimenti: le feste in cui si canta e si balla in modo spensierato, la compagnia di persone piacevoli, il falò in spiaggia, le passeggiate sotto il sole del tardo pomeriggio, l’attività fisica in generale, l’attività sessuale.
È altrettanto importante non cadere nell’eccesso, perché questo potrebbe portare a consumare l’energia di Fuoco invece che a potenziarla (mica è tutto così facile, che credevi?): non consumare troppi caffè o tè, non bere troppi alcolici, non eccedere in generale. Come vedi non ci sono divieti, ma solo invito alla moderazione 🙂

Ovviamente anche il Fuoco ha i suoi stretching dei meridiani associati, puoi usare questi esercizi per portare l’attenzione alla tua energia Fuoco, accoglierla e darle il permesso di ardere a lungo 🙂

 


Informazioni su Monja Da Riva

Sono Monja, un'operatrice shiatsu un po' particolare, uso lo shiatsu e tutto quello che ho imparato con più di vent'anni di danza e lavoro personale sulla consapevolezza corporea per ascoltare ed aiutare le altre persone ad ascoltarsi e a prendere coscienza profondamente del loro corpo. Lo faccio di persona, dal vivo, a Cascina (Pisa). Arriverò anche online, ci sto pensando! Nel frattempo se vuoi scrivermi ti leggo molto volentieri!