Shiatsu sulla sedia al baratto della Befana


Ieri ho passato la giornata della befana a offrire trattamenti Shiatsu sulla sedia alla Stazione Leopolda, a Pisa, in cambio di abbracci, sorrisi e grazie. Sono tornata a casa emozionata, felice e più ricca di quando sono partita.

Quando ero piccola a casa mia non passava la Befana.

Non che ne sentissi la mancanza, eh: c’era già San Nicolò che passa(va) il 6 dicembre, e poi a Natale ci si scambiava i regali in famiglia (non ho ricordi di babbo natale, era chiaramente surclassato dalla fama del suo predecessore in termini di tempo)

San Nicolò era un vescovo che portava i regali con l’asinello e tutto, e si beveva il vino e mangiava i biscotti (o il pane e il salame, più spesso pane e salame veramente).

La befana passava in montagna, e infatti quella volta che il 6 gennaio eravamo in montagna i miei sono dovuti correre a comprarmi i puffi la sera del 5, perché la mia logica bambinesca infallibile diceva che

  • la befana passa in montagna
  • la befana passa dal bambino che sta nel piano superiore di questa casa
  • il camino è unico

allora la befana per forza passerà anche qui.

 

Comunque, ho divagato perché volevo raccontare questo fatto della befana che mi fa sempre tanto ridere (vero mamma? che brava bambina ero).

Ieri invece sono stata al Baratto della Befana alla Stazione Leopolda, qui a Pisa.

Avevo poche cose da barattar-regalare, ma ho portato la sedia per fare shiatsu, perché avevo voglia di regalare un po’ di shiatsu spensierato, e passare un pomeriggio allegro

Shiatsu baratto

 

Alla fine sono tornata a casa anche con dei regalini fisici, ma come al solito sono state le emozioni che mi hanno stupita

L’abbraccio di Arianna

Io che faccio shiatsu ad Arianna, foto di Laurence Landais

Io che faccio shiatsu ad Arianna, foto di Laurence Landais

L’abbraccio di Arianna in cambio di un trattamento tra l’altro è stato preventivo e quindi ancora più gradito (e inaspettato) 🙂

Riflettevo che non mi era mai capitato di chiedere abbracci in cambio di qualcosa, prima di ieri.

Questo 2015 è iniziato proprio con dei cambi di prospettive interessanti ed emozionanti.

Lo shiatsu ai bambini

Mattia e Emily che si fanno fare shiatsu, Mattia che addirittura mi chiede il bis! Un’emozione, per me che non sono abituata a fare shiatsu con i bambini 🙂 Emily mi ha fatto molta tenerezza quando ha sollevato il visino e mi ha detto che le era piaciuto tanto 🙂

La mia sedia ergonomica, però, non è adatta ai piccoli, dovrò studiare un metodo per farli stare più comodi le prossime volte 🙂

Il selfie con Laurence

Perché io non sono tipa da selfie, e nemmeno Laurence, eppure 🙂

Io e Laurence, che ci facciamo i selfie allo specchio nella sala prove della Leopolda

Io e Laurence, che ci facciamo i selfie al contrario nella sala prove della Leopolda

Sembriamo anche vestite uguali 😀

È stato proprio un pomeriggio dolce, ideale per finire con delicatezza questo bellissimo e intenso periodo di vacanze 🙂


Informazioni su Monja Da Riva

Sono Monja, un'operatrice shiatsu un po' particolare, uso lo shiatsu e tutto quello che ho imparato con più di vent'anni di danza e lavoro personale sulla consapevolezza corporea per ascoltare ed aiutare le altre persone ad ascoltarsi e a prendere coscienza profondamente del loro corpo. Lo faccio di persona, dal vivo, a Cascina (Pisa). Arriverò anche online, ci sto pensando! Nel frattempo se vuoi scrivermi ti leggo molto volentieri!