Non solo tisane – Stomaco


Anche Maggi ci parla dello stomaco, come sempre con lei vediamo il ruolo dell’organo per la nostra fisiologia. Come leggerete è un po’ diverso da quello del meridiano Stomaco. Questo è ovvio: la Medicina Tradizionale Cinese non è scientificamente corretta, perché è stata teorizzata quando ancora non disponevamo di tutte le conoscenze anatomiche di cui disponiamo ora, per quello io insisto molto sulla differenza tra Meridiano e Organo, anche per questo ho chiesto proprio a Maggi di tenere questa rubrica in cui ci spiega la funzione degli organi e ci dà delle indicazioni importanti per il loro benessere. Lascio a lei la parola!

tisane-stomaco

Lo stomaco è un importantissimo organo dell’apparato digerente nel quale il cibo che assumiamo viene non solo digerito, ma anche parzialmente assorbito.

La Digestione non è altro che la frammentazione del cibo che mangiamo in molecole piccolissime che possono così essere assorbite dall’organismo. Il nostro corpo infatti non è in grado di inglobare direttamente un pezzo intero di carne o di pasta o di un qualsiasi altro cibo, ma per poterlo fare ha bisogno di frantumarlo in pezzi molto piccoli. Questi pezzettini, che non sono altro che molecole, possono così essere catturati (assorbiti) dalle cellule che rivestono l’apparato digerente e immessi nella circolazione sanguigna attraverso la quale raggiungono i diversi distretti. A questo punto subiscono destini diversi: alcune vengono metabolizzate, quindi ulteriormente trasformate a livello del fegato, altre vengono eliminate attraverso i reni ed altre ancora vengono portate dal sangue ad ogni nostra cellula che le utilizza come nutrimento. È quindi molto importante fare attenzione sia alla qualità di ciò che mangiamo, in quanto la maggior parte del cibo ingerito entra in circolo e solo pochi scarti vengono eliminati prima di essere assorbiti, sia alla quantità. Le cellule infatti prelevano dalla circolazione sanguigna solo le molecole che servono ai loro processi vitali, le altre vengono depositate nel tessuto adiposo in attesa di essere utilizzate nei momenti di aumentato fabbisogno energetico.

Nello stomaco si ha quindi la frantumazione delle molecole del cibo sia per attacco degli enzimi che per attacco acido. Infatti il pH dello stomaco è decisamente acido (ed è questa la principale causa del bruciore allo stomaco che molti di noi purtroppo sperimentano) e garantisce soprattutto la digestione delle proteine. Nel primo tratto dell’intestino invece il valore del pH diminuisce tantissimo diventando basico e garantendo così la digestione di altre sostanze che invece sono sensibili a valori di pH più alti.

Le piante amiche dello stomaco sono tantissime, per cui ci possiamo davvero sbizzarrire sulle tisane per il suo benessere.

Una delle più grandi amiche dello stomaco è sicuramente la pianta dello Zenzero.

Una radice che io adoro e che utilizzo spesso anche come aroma nella cottura dei cibi (fantastico assieme al salmone gratinato!) Lo zenzero è un calmante dell’acidità gastrica e sicuramente anche un potente antinausea. Tempo fa mi è venuto in mente di utilizzare il decotto di zenzero al posto dell’acqua per fare una tisana e il risultato è stato sorprendente.

In pratica si fa bollire un pezzo di radice di zenzero in un po’ di acqua per circa 10 minuti quindi si spegne la fiamma e al decotto si aggiungono le altre piante della tisana che abbiamo deciso di comporre.

Quella che vi vorrei proporre per lo stomaco ha sicuramente la Malva che con le sue mucillaggini protegge la parete dello stomaco dall’aggressione degli acidi ed ha inoltre un effetto lenitivo e calmante.

Un’altra pianta è la Melissa che aiuta a rilassare la muscolatura addominale e quindi non può che essere di aiuto per il benessere di stomaco e intestino.

Inoltre la Calendula, un fiore dalle proprietà altamente lenitive, che dona immediato benessere allo stomaco.

Una pianta che ha molte proprietà digestive, ma che è sconsigliata in caso di reflusso gastro-esofageo o di gastrite, è la Menta. La possiamo aggiungere alla nostra tisana sia come pianta che come olio essenziale* solo però se non soffriamo di gastriti o di reflusso e se ci piace il suo sapore.

Tisana Stomaco

(per 100 grammi)

  • Zenzero pezzetti g30
  • Malva g20
  • Melissa g20
  • Calendula g20
  • Menta (eventualmente) g10

Possiamo farci preparare lo zenzero in una bustina separata se vogliamo usare il decotto come base per la tisana. A questo punto possiamo anche utilizzarne una quantità maggiore (io ne uso a volontà!) Inoltre, se soffriamo di reflusso o di gastrite, non inseriamo la menta.

Oltre a questa tisana vi voglio proporre anche un tè che nella tradizione cinese è considerato un vero toccasana per la digestione e il benessere dello stomaco.

E’ il Pu’er, un tè postfermentato ottenuto con un procedimento molto particolare. Ne possiamo trovare in commercio di qualità e prezzi molto differenti (e’ un tè invecchiato e quindi a seconda della qualità delle foglie e del tempo di invecchiamento variano molti fattori). A chi ancora non conosce i Pu’Er consiglio di iniziare con un Pu’er Leaves poco invecchiato che ha un sapore abbastanza gradevole e delicato e che, volendo, potete trovare anche da me in Parafarmacia.

*per l’uso degli oli essenziali nelle tisane vi rimando al post di gennaio ricordandovi che nell’uso degli olii per via interna bisogna usare molta cautela e se si rispettano delle regole fondamentali è assolutamente innocuo.


Informazioni su Maria Giovanna Careddu

Mi chiamo Maggi, diminutivo del troppo lungo Maria Giovanna, e sono titolare di una Parafarmacia ed Erboristeria a Pisa. Sono una Farmacista un po' anomala in quanto cerco di utilizzare e consigliare il farmaco classico della medicina allopatica solo se strettamente necessario, preferendo dei rimedi naturali, sia fitoterapici che omeopatici, sicuramente meno aggressivi, con meno effetti collaterali e quindi più rispettosi della sua totalità. Nella mia parafarmacia ho allestito un angolo tisane dove preparo infusi personalizzati non solo curativi ma anche per concedersi una piccola pausa piacevole. Inoltre soono appassionata di prodotti bio-ecologici creati e pensati non solo per il rispetto della nostra pelle, ma anche dell'ambiente che ci circonda. Mi piace ascoltare la gente, sono convinta che ogni malattia ed ogni problema siano legati in modo indissolubile alla persona che li manifesta. Per questo, prima di consigliare un rimedio o un prodotto, mi piace soffermarmi un po', indagare, per cercare di cogliere quel segno distintivo che trovo fondamentale per stabilire l'approccio più adatto da seguire