Perché dovrebbe essere sbagliato piacere a se stessi?


Piacersi non vuol dire essere superbi, o vanitosi, ma vuol dire volersi bene, apprezzarsi, trovare i nostri lati positivi. Siamo così abituati a farlo per gli altri, perché non possiamo farlo anche per noi?

Perché dovrebbe essere sbagliato piacere a se stessi?

Perché

I miei occhi sono belli

suona peggio di

Sì, ho begli occhi, però il mio naso grande

In fondo chissenefrega del mio naso? È più importante avere presente quali sono i nostri punti di forza e valorizzarli, che cercare di nascondere i nostri punti deboli, no? È anche più facile!

gatto con sguardo serio, che vuol dire "oh, hai motivo di piacerti!"

Prova a fare così: prenditi un cronometro, segna due minuti, mettiti davanti allo specchio (se non vedi o non ti vuoi guardare allo specchio puoi chiudere gli occhi e pensarti), guardati e fallo partire. Ora, come se fossi qualcun altro, raccontati tutte le cose belle che vedi in te. Non occorre che siano per forza cose che riguardano il fisico. Non ne trovi? Pensaci meglio.

Ho un forte senso dell’umorismo

Comincia dalle qualità caratteriali, dalle abilità specifiche, e poi continua. Se ti vengono in mente cose negative evitale. Almeno cinque qualità positive in due minuti. Non ti viene in mente niente? Chiedi a me oppure ad una tua amica o ad un tuo amico, ma non a una di quelle persone che ti fa i complimenti anche se non li meriti, una che dice solo cose vere.

Qualche giorno fa ho visto un TED Talk (lo allego in fondo all’articolo, così lo potrai guardare anche tu) che mi ha fatto pensare e ripensare.

Non sono più un’adolescente (e meno male!) e credo che piacersi sia una delle cose più importanti nella vita di ognuno di noi. Abbiamo tante di cose di noi che possiamo amare: nel nostro fisico, nel nostro carattere, nel nostro viso, tra le nostre capacità. Magari non amiamo tutto di noi, ci può piacere però l’insieme.

Sai perché dico così? Perché se conosco le cose belle di me posso esserne fiera e, come dice dice Meaghan Ramsey, se riusciamo ad amare noi stessi, se ci piacciamo, costruiamo un mondo migliore, perché riusciamo a dire quello che pensiamo, diamo le nostre opinioni, il nostro contributo. Se non ci piacciamo stiamo in un angolo, per paura di essere visti.

 E il mondo si perde quest’opportunità.

 

p.s. lo so che quest’articolo non c’entra con lo shiatsu, ma c’entra con lo scegliere la propria vita, che è un po’ il motivo per cui ho deciso di fare questo lavoro.

 


Informazioni su Monja Da Riva

Sono Monja, un'operatrice shiatsu un po' particolare, uso lo shiatsu e tutto quello che ho imparato con più di vent'anni di danza e lavoro personale sulla consapevolezza corporea per ascoltare ed aiutare le altre persone ad ascoltarsi e a prendere coscienza profondamente del loro corpo. Lo faccio di persona, dal vivo, a Cascina (Pisa). Arriverò anche online, ci sto pensando! Nel frattempo se vuoi scrivermi ti leggo molto volentieri!