Shiatsu: un nome per tanti stili


Spesso mi si dice: io ho già ricevuto un massaggio Shiatsu (sic!), ma era diverso da quello che hai fatto tu, come mai? Questo articolo vuole rispondere un po’ a questa domanda: ci sono tanti Shiatsu, hanno tutti un’origine e dei principi comuni, e al centro sempre il ricevente.

Lo shiatsu è una tecnica giapponese nata agli inizi del Novecento da una fusione di tecniche e stili di derivazione cinese, come il massaggio Tuina e la Moxa.
Il primo che l’ha codificata è stato il maestro Namikoshi, che le ha dato una forma didattica fondando una scuola.
Alla scuola Namikoshi si è formato il maestro Masunaga, che nel tempo ha ideato e perfezionato una sua teoria a tratti anche profondamente diversa da quella del suo Maestro e che ha avuto molto successo in occidente.
Dalle Scuole di questi due Maestri sono nate tutte le diverse tecniche Shiatsu che ora conosciamo.

 

Ci sono dei principi che che accomunano i trattamenti Shiatsu di tutte le Scuole:
  • Si applicano pressioni perpendicolari e costanti
  • Il ricevente è vestito
  • Lo shiatsuka lavora in ascolto del ricevente

 

Lo shiatsu metodo Namikoshi

Mappa dei meridiani della medicina cinese. Ristampa giapponese di Suharaya Heisuke (Edo, 1. year Kyōhō = 1716). Immagine di pubblico dominio

Mappa dei meridiani della medicina cinese. Ristampa giapponese di Suharaya Heisuke (Edo, 1. year Kyōhō = 1716). Immagine di pubblico dominio

Lo shiatsu Namikoshi si basa su nozioni molto simili a quelle dell’agopuntura:

  • i meridiani energetici sono quelli della Medicina Tradizionale Cinese, e sono insiemi di punti che hanno lo stesso tipo di energia, scorrono su gambe o braccia e su torace o dorso;
  • vengono trattati punti specifici di meridiani energetici specifici a seconda del problema energetico che si vuole risolvere. Si usano come riferimenti anche gli atlanti di agopuntura.
  • Uno shiatsuka Namikoshi ha una profonda conoscenza dei punti dei meridiani energetici e della loro funzione, e lavora tenendo sempre in mente queste caratteristiche.

Questo tipo di Shiatsu è rimasto pressoché inalterato nel tempo, proprio per questo suo legame stretto con la Medicina Tradizionale Cinese.

 

 

 

 

Lo shiatsu metodo Masunaga

Shiatsu metodo Masunaga: pressione col gomito

Un trattamento shiatsu Masunaga, pressioni col gomito (Foto di Andrea Dell’Amico

Lo shiatsu Masunaga (io ho seguito una scuola che si basa sui suoi insegnamenti, quindi lo conosco molto meglio di quello Namikoshi) è profondamente differente già dalle basi.

  • I meridiani energetici sono estensioni di quelli della Medicina Tradizionale Cinese (percorrono tutto il corpo). Data questa caratteristica, lo Shiatsu Masunaga lavora sempre su tutto il corpo del ricevente.
  • Il concetto di meridiano stesso è diverso, perché non si tratta più di insiemi di punti, ma di linee di scorrimento dell’energia, in cui i punti sono quasi secondari rispetto alla linea che compongono, spesso quindi si parla di “percorso del Meridiano“.
  • Il Maestro Masunaga era uno psicologo e il suo Shiatsu risente molto della sua formazione: l’attenzione si sposta molto dal lato fisico a quello emotivo, e la carica energetica dei meridiani viene valutata anche da quel punto di vista (non è psicologia, è semplicemente un’attenzione maggiore sulle emozioni associate ai meridiani energetici).

Il Maestro Masunaga ha sempre descritto lo Shiatsu come un’entità in divenire, ha quindi lasciato la libertà ai suoi allievi di trovare il loro modo di applicarlo, anche modificando il suo. Dallo Shiatsu Masunaga sono quindi nate molte Scuole che, pur restando fermi i principii, hanno inserito variabili di stile e interpretazione.

Ma quindi quanti Shiatsu ci sono?

Mentre scrivo questo articolo, mi rendo conto che sto assolutamente semplificando e “tagliando con l’accetta” i concetti, e mi sta bene, perché il mio non vuole essere un trattato teorico di Shiatsu (per questo esistono le scuole!)  ma piuttosto vuole dare un’idea di quale sia la storia che ha portato lo Shiatsu ad essere quello che è ora.
La mia opinione riguardo le diverse scuole è che ogni Shiatsu è efficace se eseguito con serietà e competenza.
L’importante è che al centro ci sia sempre chi riceve il trattamento Shiatsu, e lo scopo sia il suo benessere.

Informazioni su Monja Da Riva

Sono Monja, un'operatrice shiatsu un po' particolare, uso lo shiatsu e tutto quello che ho imparato con più di vent'anni di danza e lavoro personale sulla consapevolezza corporea per ascoltare ed aiutare le altre persone ad ascoltarsi e a prendere coscienza profondamente del loro corpo. Lo faccio di persona, dal vivo, a Cascina (Pisa). Arriverò anche online, ci sto pensando! Nel frattempo se vuoi scrivermi ti leggo molto volentieri!